Alimentazione 🥣

.Estrusi

Faccio una premessa, non sono a favore dell’uso assoluto degli estrusi eliminando del tutto i semi, benché ci sono esperienze positive in merito, come anche pareri discordanti, ma basandomi sulla mia esperienza, sulle esperienze a confronto e il parere veterinario consiglio caldamente di usarli come alimento di integrazione e non condivido chi ne sconsiglia l’uso perché non naturali e poi consiglia tranquillamente l’uso di multi vitaminici come fossero acqua di sorgente, non è cosi e credo bisogna essere coerenti e soprattutto capire come vanno usati alcuni alimenti. Gli estrusi, che spiego per i meno esperti sono delle crocchette per intenderci, completi di vitamine ed elementi nutritivi bilanciati per offrire una dieta sana ed arricchire l’alimentazione degli uccelli, sono molto utili e possono quindi andare a prevenire le carenze alimentari spesso date dalle cattive abitudini. Negli estrusi troviamo anche la vitamina D3 che il corpo produce solo se riceve i raggi solari, quindi possono essere molto utili anche per chi li ha in un luogo dove arriva poco o mai il sole.

Chi non è favorevole o comunque convinto dell’utilità del loro uso dovrebbe parlarne con il veterinario, sono in genere proprio loro a consigliarli, anche io ho iniziato ad usarli su indicazione veterinaria, pur dando una dieta molto varia e idonea mi è stato consigliato l’uso per semplice integrazione perché anche in presenza di una dieta completa non si può avere la certezza che tutti mangino tutto e nelle stesse quantità (e premetto che dopo tanti anni non ho mai avuto problemi relativi al loro uso).

Per alcune persone il fatto che sia un prodotto industriale fa pensare che non può essere buono e a lungo andare dannoso ma in realtà va detto che qualsiasi cosa se usata nel modo sbagliato e con abuso può fare male, anche gli alimenti freschi possono fare male, tanto che si deve sempre prestare attenzione a quantità e frequenza.

È importante specificare che l’uso che consiglio io degli estrusi non è assolutamente da abuso o come totale sostituzione di semi e altri alimenti ma “integrativo”, quindi vanno dati in moderate quantità in aggiunta alla classica dieta.

Va anche detto che il processo con cui vengono fatti gli estrusi li sterilizza e distrugge ogni microrganismo, rendendoli sicuri a livello batterico e di facile digestione, questo processo elimina anche i batteri buoni e alcune sostanze nutritive vengono aggiunte in seguito ma i produttori seri, quindi parliamo di un prodotto di qualità da marche affidabili, lo fanno in maniera naturale e senza addizionanti o conservanti chimici, per questo è importante anche la scelta del tipo di estruso, devono avere una buona tabella nutritiva, confezionati nella maniera corretta in modo da conservarsi bene e a lungo.

Consiglio inoltre di preferire gli estrusi non colorati perché i coloranti anche se di tipo naturale non servono a molto, non apportano nutrimento e se usati troppo a lungo potrebbero anche far male.

*la differenza tra le due versioni degli estrusi Harrison’s sta solo nel fatto che le crocchette Super Fine sono più piccole delle Fine.

Come dicevo l’uso corretto a mio avviso da farne è integrativo, ne basta cioè una piccola quantità lasciata sempre a disposizione in modo che i pappagallini li mangino solo quando ne sentono il bisogno e senza abbuffarsi, non vanno aggiunti ogni giorno e se la dieta è ben varia dureranno a lungo, se andate a fare un calcolo di quanto ne potranno mangiare in un anno non è una quantità cosi grande da temere che possa fargli male, al contrario però può prevenire carenze di vitamine, ed evitare di ricorrere periodicamente a multivitaminici in genere sintetici che se usati troppo spesso possono essere mal assimilati e accumularsi nell’organismo con conseguenti danni a carico di fegato e reni.

Sono comunque contraria a chi sostiene che bisogna sostituire del tutto i semi con gli estrusi e sconsiglio di farlo perché credo che nella dieta ci deve essere tutto, niente va escluso a priori, anche perché in quel caso se ne farebbe un abuso e il corpo non riceverebbe più varietà, gli alimenti freschi sono importanti appunto per la loro freschezza di nutrimento, i semi per le loro qualità caloriche, perché anche di grassi buoni c’è bisogno, purchè non in maniera eccessiva, gli estrusi non devono sostituire questi alimenti ma colmare possibili ed eventuali carenze. Quindi credo sia importante integrarli nella dieta quotidiana ma senza togliere il resto. Se all’inizio, come ogni nuovo alimento, possono non essere facili da far assaggiare alle cocorite però la dieta è carente consiglio di provare a macinarli e aggiungerli ad un pastoncino, in genere una volta provati sono molto graditi.

Altro tasto dolente che forse allontana le persone dagli estrusi sono a volte i prezzi di questo alimento che possono essere abbastanza alti ma, come ricordo sempre, dal momento che ci prendiamo un’animale dobbiamo essere pronti e consapevoli di dover far fronte alle loro esigenze e quindi affrontare delle spese, tuttavia al giorno d’oggi ci sono buone marche che hanno prodotti con un buon rapporto qualità prezzo e bisogna anche considerare la durata delle quantità che si comprano, usati con moderazione e considerando che sono animali piccoli non consumano grosse quantità giornaliere, quindi alla fine se fatta con giudizio non è una grande spesa.

Hai dubbi sull’argomento? Scrivimi tramite la pagina Contatti! 📧
CocoriteLove ♡
Ti piace il mio sito? Condividilo ツ